Attraverso il giorno

So solo parlare di quel che scrivo
di queste poche righe che rincorrono
silenzi e vuoti
So partecipare senza intervenire
non saprei in quale ruolo sognare
So albeggiare, raramente raggiungo
il tramonto, la notte sorvegliare
Aspetto il ramarro
ultimo dio invocato
lo accarezzo sulla fronte
e attendo la sua consueta rabbia,ma ora
non reagisce, non regredisce, scodinzola sereno
Della notte so assorbire i succhi
di un nuovo giorno, dalla notte riprendo
l'ardire di affrontare l'alba di assorbirla
di avvolgerla come un manto sulle spalle
di arrendermi al suo chiarore.
Al suo cospetto trovo il senso della parola.
A piccoli balzi arriva la scrittura
singhiozzando e sorridendo
limpida/mente attraverso il giorno

Post più popolari