Troppi nodi sulle vie del respiro

Troppi nodi sulle vie del respiro

Respiro a tratti
come a riempire un vaso per svuotarlo all'improvviso
poi rabboccarlo fino all'orlo.
Quasi una fame di vita che mi afferra e mi sottrae
al desiderio cupo della morte,
lo stritolo in un gesto di ideale soffocamento
Accade senza che ne possa avere possesso
ripeto all'infinito un gesto antico
Sparire nell'inferno del silenzio
Poi il risveglio
il vegliare questo respiro crudo
che non permette di dormire
Io stessa impiccata nel ventre di mia madre
avvolta dalla sua carne spessa
Solo una mano pratica, una mano gelida
poteva riportarmi tra le sue braccia
La mancanza di respiro mi chiude gli occhi
mi illudo di non tornare
di rimanere lì nel caldo nido
di andare oltre quel mistero
ma nasco senza urlare
in cerca di un respiro lieve
in cerca della mia presunta traccia
in cerca di un sentiero che mi riporti a Te

Post più popolari